Storie sulle Tele

Messaggi di incoraggiamento

Messaggi di incoraggiamento

Ciao di nuovo!

E’ vero che prima di tutto, come artista, uno crea per se stesso, per esprimere un Sentire che vuole emergere e manifestarsi attraverso l’arte (in generale) e che quindi essere o non essere apprezzati, è un passo successivo.

Spesso però, come nel mio caso, se si sfidano tutte le logiche conosciute, pur di fare ciò che Sentiamo Essere il Nostro Percorso, un incoraggiamento una tantum non guasta! 🙂

Ed ecco, che oltre ai feedback, recensioni e testimonianze che già gli stessi clienti mi hanno fatto, delle volte sono capitati incontri particolari, con “non – clienti” che però hanno dato quella spinta in più per continuare a lottare.

Pertanto ti voglio parlare, di due incontri speciali con “non – clienti”: ovvero, con due bambine!

In estate 2016, quindi quella appena trascorsa, ho avuto per quattro mesi una mia prima piccola ma deliziosa, Galleria Temporanea, a Pietrasanta in provincia di Lucca.

Purtroppo la galleria non era situata in una zona di passaggio, pertanto capitava di avere momenti morti, ed i visitatori erano quelli che la sera cenavano nei locali vicini, anche se l’esperienza in generale è stata senza dubbio formativa.

Ebbene in un paio di occasioni, in uno di questi momenti morti, dove ti chiedi “ma starò facendo la cosa giusta per me”? Ho fatto questi due incontro speciali, in tempi diversi.

Le due bambine di cui ti parlo, non si conoscevano tra loro, una era di origine russa e l’altra italiana. Bizzarro è stato che entrambe avessero circa 7 anni e fossero castano chiaro, quasi biondo, ricciolute e con gli occhi chiari.

Insomma, entrambe cominciarono a gironzolare davanti l’ingresso della galleria (di cui ho messo la foto in questo post) e pian piano entrarono, coinvolgendo in un secondo momento i genitori.

Di fronte il mio ingresso c’era una piccola piazzetta con un ristorante ed in una via perpendicolare, un altro locale. Le bambine si trovavano a cena con la famiglia in questi posti e come fanno spesso i bambini, mangiavano e giocavano senza porre attenzione ai discorsi degli adulti.

Entrambe arrivarono da me, incuriosite, ma soprattutto attirate dai colori delle Tele Spirituali, che nel buoi di una piazzetta ed i faretti accesi, spiccavano.

La bambina russa, mi disse in un secondo momento, che il quadro più grande l’aveva “attirata”, lo aveva visto “uscire dalla cornice” arrivandole vicino come fosse stato un tunnel e lei a quel punto non aveva più resistito alla sua chiamata.

Beh già così, posso garantirti che la cosa mi lasciò stupita e senza parole. Insomma una bella e particolare cosa da sentirsi dire.

Quindi in due occasioni diverse, dove il mio umore traballava tra stanchezza ed incertezze, due piccoli messaggeri di speranza vennero in mio soccorso!

Con entrambe parlai più di un’ora e molte furono le cose che mi dissero, riguardo la mia arte, anche se non posso ricordare tutto e neanche ti interesserebbe J un paio di cose le rammento.

La bambina italiana, mi disse che anche lei faceva disegni Magici e che non era compresa, disse che aveva disegnato un cane e che tutti credevano fosse un cavallo, perciò il disegno era senza dubbio magico!

E passò molto tempo nello sbirciare ogni dettaglio delle mie Tele, e l’andare in altre due gallerie per vedere le differenze con altre opere. Pietrasanta è una famosa città (paese) artistica e seppur piccola è stata sede di illustri artisti come Botero e ci sono veramente tante gallerie.

Ma quando tornò da me disse una frase che non dimenticherò mai:

<<sai ho guardato altri quadri, ci sono non tante cose che mi piacciono e sono meno colorate delle tue. Molti sono bravissimi, tutti possono disegnare, ma tu sei particolare, non disegni e basta tu crei magia!>>

C’è da dire che uso una tecnica mista, con base di colori acrilici ed oltre ai vari materiali, abbondo con la porporina (brillantini) spesso di diversi colori, facendo l’infelicità dei maestri d’arte che non la tollerano molto.

Ma a me piace, aiuta ad esprimere ciò che Vedo e Sento ed è molto apprezzata nel complesso del risultato finale, specialmente dalle bambine o da chi è ancora in contatto col suo “lato magico”.

Comunque la bambina italiana, cominciò tutta una dissertazione, sulla differenza tra la mia arte che Vibra, perché lei (me lo disse) se ne era accorta e gli altri disegni. Disse anche che alcuni profili di volti (archetipo dello Spirito, che uso) erano strani e potevano spaventare le persone, per la forma degli occhi, ma che era normale perché secondo lei erano Angeli e le persone hanno paura di ciò che non comprendono.

Insomma, potrei andare avanti per tutta l’ora che passò con me, io seduta sullo scalino dell’ingresso e lei a volteggiare le sue manine in aria come per toccare la Magia che sentiva provenire dalle mie Tele.

Rimasi rapita da ciò che diceva, per tutto il tempo, era incantevole vederle interpretare a suo modo ciò che io stessa voglio Esprimere.

E così fece anche la bambina russa, osservava le Tele, mi chiedeva perché le persone non capivano che Vibravano e decise di stare con me tutto il tempo, perché il giorno dopo sarebbe tornata a casa dove la nonna le avrebbe regalato un anello con un rubino, ma che l’energia che sentiva nella mia piccola galleria la faceva stare bene.

Portò in visita, un po’ alla volta, tutti i commensali della sua tavolata ed anche loro rimasero colpiti, ma lei… lei fu una bellissima messaggera che riempì il mio cuore di commozione, come l’altra bambina e che con i loro messaggi di incoraggiamento, mi donarono ore meravigliose.

Le bambine Vedevano e Capivano senza problemi, che la mia arte è legata alla spiritualità e la spiegavano al mio posto.

Per una volta non dovetti parlare io, ma ascoltai cosa loro mi raccontavano sulla mia energia e la magia delle mie Tele Spirituali.

Ma è risaputo che i bambini sono ancora poco condizionati dalla mente, che calcola e schematizza e tende a dover spiegare razionalmente ogni cosa, e sono oltre che fantasiosi, molto più Connessi allo Spirito, degli adulti, perciò non c’è da stupirsi che riescano a Comprendere ciò che un adulto fatica anche solo ad ipotizzare.

Alla fine esperienze come queste, incoraggiano e riempiono il cuore di un’artista, molto più del compenso economico, che poi è necessario per vivere e continuare a fare arte.

I messaggi di incoraggiamento, sono strabilianti, quando arrivano in modo insolito e inaspettato, quando meno te li aspetti e in forme così spontanee che non puoi non cominciare  a credere in te stessa, visto che poi due bambine ci sono riuscite così velocemente. 🙂

Quindi non faccio arte perché voglio un “bravaaaaa bisssss”, faccio Tele Spirituali perché hanno uno scopo, molto più profondo del solo “decorativo”, ma se l’Universo vorrà mandarmi altri incontri meravigliosi di questo tipo ne sarò sempre infinitamente grata.

E ti auguro di fare la mia stessa esperienza un giorno, qualsiasi sia il campo in cui hai scelto di credere, investire ogni tua risorsa ed energia e scopo!

Un abbraccio

a presto

Alice

 

No Comment

Leave a Reply

Newsletter

Scarica gratuitamente la guida "11 punti sul lavoro energetico con le Tele Spirituali"
Ricordati di spuntare l'accettazione della privacy e ricordati che non riceverai spam. Lo scopo della guida è farti capire cos'è e come iniziare a lavorare in modo pratico, con una Tela Spirituale, per la tua crescita personale.

Categorie blog