Storie sulle Tele

Il Rifiuto

Il Rifiuto
Il Rifiuto
 
Ora, non è che devo necessariamente scrivere ogni cosa che provo e sento, ma visto che il mio beamatissimo sonno è stato deragliato come un treno in corsa, sullo scorrere a tutta mandata di un binario chiarificatore, eccoci qui alle (aspetta controllo….ah no son sempre le 12.46 credevo fossero almeno le 3 del mattino) poco dopo mezzanotte, quasi una…
 
Ebbene dicevo, visto che di dormire sembra non se ne parli più, rendiamo utile questa insonnia!
 
Il rifiuto! Cosa significa?? Nulla di importante, solo che nelle ultime ore il sogno che credevo provenisse dalla fusione con Morfeo, non era altro che un film (thriller) su vari episodi di questa incarnazione, che come tema trattavano il “rifiuto” che ho vissuto-subito in varissime forme e colori.
 
Ora, se fossi ancora una bussola impazzita più che scrivere qui sapresti di potermi trovare tra due cuscini, a bagnarli con tutte le lacrime che il corpo produce, soprattutto in una donna, in circostanze del genere.
Ma! Essendo una spiritualista ancora in un lunghissssssimo viaggio nei meandri delle proprie profondità, ERGO talvolta apparentemente stramba, son qui a scrivere di questo trauma ritrovato! Che amore lui…
 
No davvero, non scherzo! Se proprio non si dorme più, almeno si fa fruttare questo magnifico sonno che seppur non ristoratore è stato Chiarificatore.
Pertanto ti parlo del rifiuto!
 
Ho rivisto come chiave, come filo conduttore questa esperienza vissuta a forza e fino a poco tempo fa. Perchè “tu mi insegni” che se una cosa non la si apprende all’inizio ti viene “rispiegata, rispiegata, rispiegata….”.
 
Adesso non mi metterò certo a fare spoiler sul thriller, che se qualcuno lo sta guardando poi…, ma posso dire che il titolo è “il riufiuto”!
Orbene, ci sono thriller migliori, con la trama più intrecciata, questa sembra essere lunga e pisciosa (come si dice in gergo tecnico) e vagamente ripetitiva, MA (c’è sempre un MA) almeno ti tiene “legata” allo schermo, perchè si sa che le storie migliori, che ci colpiscono e coinvolgono, son quelle dove in qualche modo ci rispecchiamo.
 
Quindi tutto sommato, anche se dentro il cuore sta come “quello di una rana vivisezionata” son qui a scriverti con una dignità e tuttosommatocontrollo degno di uno che ha i postumi di una sbornia, ma riesce a muoversi con la centratura di Jack Sparrow!
 
E perchè te lo dico?! Beh perchè se tanto mi da tanto, mi sa che anche tu od un tuo conoscente avete vissuto sta trama!
 
Rifiuto di come guardi negli occhi
rifiuto per come ti comporti
rifiuto per ciò in cui credi
rifiuto per le scelte che fai
rifiuto per l’energia che ti caratterizza
In sostanza rifiuto di tutto ciò che “sei” o che credono tu sia, perchè “chi sei” non lo sai neanche tu ancora…
Risfiuto di come ti ostini a respirare…e certo non ti puoi aspettare che la tua compagnia sia a lunga durata!! Ahhhhhhhh Noooooo!! E’ già tanto se ti hanno concessa il lusso della loro presenza accanto qualche anno! (I fagioli in scatola scadono prima di cosa ti lamenti!!??) pertanto rifiuto ed ancora rifiuto…(e qui parte la colonna sonora del “La storia Infinita).
 
Però dai, c’è un motivo per tutto sto rifiuto. Un motivo che riconduce a qualcosa (molti direbbero) una lezione da imparare, un messaggio da decodificare, che alla fine rende interessante e non senza scopo, aver investito tante energie nel produrre il film.
Perciò, mangiati stì pop-corn e goditi i titoli di coda…
Hai presente, quando a fine pellicola, ancora c’è la musica con tutti i titoli che scorrono e tu ti senti emergere da quella fusione con la storia, appagato in un certo senso, perchè ora Conosci la trama. Ne vedi, comprendi ed apprezzi la storia nel suo insieme?! E ti senti quasi “maturato” di rifleso??!
Beh alla fine riguardi magari anche al titolo (il rifiuto) e rispondi alla domanda “perchè la scelta, sintesi, proprio di questo titolo”?
 
E ti senti quasi fiero di aver colto anche questa sfumatura, come se fosse merito tuo di tutta la produzione!!
 
E mentre degli spezzoni ancora riprendono vita dentro di te, riportando la mente e le emozioni in ordine random, tu emergi da tutto questa visione più completo, perchè in un certo senso ora anche quella trama ti appartiene e ne porti con te, per sempre, gli insegnamenti!
 
Quindi anche se si sta lì a cercare sempre il film migliore da vedere, quello che ci attrae di più, si incappa spesso anche in “occasioni mancate” o pellicole scandenti. Ma non importa, non ci rimane che arrivare alla fine per poter trarre le proprie conclusioni. Del resto molti film li si comprende solo e soltanto alla fine e sono i migliori, quelli che hanno il potere di stupirti!
 
Quindi, buona visione…
Un abbraccio
Alice

No Comment

Leave a Reply

Newsletter

Scarica gratuitamente la guida "11 punti sul lavoro energetico con le Tele Spirituali"
Ricordati di spuntare l'accettazione della privacy e ricordati che non riceverai spam. Lo scopo della guida è farti capire cos'è e come iniziare a lavorare in modo pratico, con una Tela Spirituale, per la tua crescita personale.

Categorie blog