Storie sulle Tele

Rimpatriate…

Rimpatriate…
Sei lì, calmo, respiri rilassato e sai che tra non molto arriveranno gli ospiti. Certo ti prepari come puoi per accoglierli, ma non sei mai davvero pronto.
Ti distrai, pensando che forse hanno trovato traffico ed è proprio in quel momento che spalancano la porta ed invadono la tua casa….
******
😈Qualche ora prima….
-“Ohhhhhh ragaaaa ‘nnamoooo c’è l’Alice🥳🥳🥳 abbellaaaaaaaa” (vrommmm vrommmmm)
-“ohhh aspettateeee sono a piediiii”…
-“sali su, che c’è posto!!!! ‘annamoooooo Elissssssssssss arriviamoooooo” ah ah ah…….
(giubilo e potenza su quattro ruote)
********
Arrivati a casa Tua :
🌿-“stai calma Alice, respira, accogli l’invasione barbarica, respira, resta, ascolta……” e dai fondo a tutte le tue conoscenze in materia, il corpo cede, spasima, crolla, corri in bagno e torni lì, l’uragano ha aperto le porte, non si scappa.
😈-“ohhhhhhhh finalmente da quanto tempo?! Beh non molto, l’ultima vera rimpatriata è stata 4 anni fa, siiii daiiii tutti assieme intendo, che bello…. Dai ragazziiiii chi va per primo a salutarla?!” 😈😈😈
🌿-“boniiii, state in fila, non facciamo assembramenti. Uno per volta sennò non capisco neanche cosa dite”…. E nulla, invano cerchi di accogliere gli ospiti che come un’orda di creature urlanti e festose a tratti, vociferano come al mercato centrale il giorno prima di natale.
……
Passano ore, giorni e gli ospiti non solo puzzano, sono invadenti e sanno di stravecchio, ma non sono disposti a mollare l’allegra rimpatriata. Tu eremita socievole ormai cerchi di cogliere il bello. Tremi, ti svegli la mattina scioccata di averli tutti ancora in casa, ma focalizzi “non staranno per sempre, ce la puoi fare ma non devi ignorarli o non ne avranno mai abbastanza”….
Passa una settimana e pian piano alcuni di loro, stanchi, appagati e sicuramente più rilassati di te, cominciano a salutarti (a tempo stavolta indeterminato) magari torneranno tra un po’, magari anni, magari….. Vedremo….
La casa pian piano riprende il suo spazio, c’è più silenzio, è tutto sottosopra e tu spettinata, sconvolta ma ancora capace di ironia inizi a ridere, ogni tanto, così sorridi “senza motivo”…. Forse perché le lacrime le hai esaurite in segreto…. Torni a notare i suoni fuori casa, il sole, un’aria interna che sa di un giorno di primavera dopo una violenta tempesta e ti volti, verso i tuoi ospiti che stanno finendo di accomiatarsi.
😈-“ciao cara, stacci bene…”
🌿-“ciao Ombre…..”
(dentro tremi, movimenti energetici involontari danno il via ad un senso di disagio…. Quell’incontro, potente, sai che ha davvero cambiato qualcosa e non ti “riconosci”… ).
Commenti: 5
Condivisioni: 1

Commenti

 

 

Molto dipende dagli amici che avevi prima !

 

 

5 settembre alle ore 22:05 

Contenuto condiviso con: Tutti
Tutti
❤️❤️❤️❤️❤️🌿🌿🌿🌿🌿

No Comment

Leave a Reply

Newsletter

Scarica gratuitamente la guida "11 punti sul lavoro energetico con le Tele Spirituali"
Ricordati di spuntare l'accettazione della privacy e ricordati che non riceverai spam. Lo scopo della guida è farti capire cos'è e come iniziare a lavorare in modo pratico, con una Tela Spirituale, per la tua crescita personale.

Categorie blog