Storie sulle Tele

Una “guerra” tra vibrazioni

Una “guerra” tra vibrazioni
Si parla molto di difendersi, ovviamente e molto spesso si estende questo principio al doversi tutelare dalla tecnologia perché “ci controllano”.
È un po’ come dire voglio difendermi dal Matrix pur essendo immerso in esso ed usando le sue qualità.
Si passa da una caccia alle streghe ad un’altra, quando sono contro etnie, credi, stile alimentare, quando contro un mezzo, uno strumento…sono sempre caccia alle streghe.
Io non difendo me stesso, chi amo e chi mi circonda o un intero gruppo solo perché non userò mai più una moneta, che altro non è che una forma di scambio, energia sotto forma di materia metallica o cartacea. Non difenderò solo perché non uso un social o una chat.
Semplicemente starò dimostrando che temo così tanto quello strumento, quel canale da bandirlo come fosse una strega meritevole di un rogo.
Gli strumenti sono solo questo, strumenti è l’uso che ne fai o la totale mancanza di gestione degli stessi ad essere eventualmente un problema che senti di dover risolvere.
Difendo me stesso e gli altri aumentando la vibrazione!
Nutrendo me e chi mi circonda non di paura, rabbia, frustrazione o qualsiasi altra energia di conflitto, attrito, sfogo e distruzione. Aiuto creando! Vibrando sia nei pensieri che nelle azioni in modo coerente, attraverso l’apertura verso gli altri, la collaborazione, seminando possibilità, concretizzando progetti e intenti, cooperando, imparando cose nuove e non temendo l’ovvieta’ della fine, della morte, della ciclicità delle cose; ma sostenendo l’interno e l’esterno con il coraggio di vivere, con la volontà di farlo!
Questa è una guerra tra vibrazioni, prospettive, tra l’occasione di fare scelte nuove dopo secoli di chiusura in sé stessi. È chiaro che se si contempla tutto dall’interno di una scatola chiusa percepiremo ben poche opportunità, ma se si esce da quella scatola e si è disposti a vederne l’esterno, lo spazio più ampio che la contiene, allora lo sguardo si apre e tutto diventerà più connesso e collegato a fatti, situazioni ed energie che prima neanche sospettavamo esistere.
Ora è tempo di scegliere quale energia nutrire e manifestare, una crea l’altra distrugge… ovviamente non basterà dichiarare la scelta, ma una volta fatta si dovrà cominciare o continuare un cammino costante di equilibrio, integrazione, osservazione, crescita, fede e umiltà.
Difendo prima di tutto scegliendo che mondo vorrei, e cercherò di plasmare la mia proiezione della realtà attraverso questa visione.
Eventuali altri scontri e lotte arriveranno eventualmente e non potrò controllarle, ma la scelta sarà stata fatta, profonda in me e questa sarà la mia eredità.

Commenti

Serenella Nicoletti

Come si fa? Io non trovo più la forza😞
1

 

 

  • Rispondi
  • 10 m

 

 

No Comment

Leave a Reply

Newsletter

Scarica gratuitamente la guida "11 punti sul lavoro energetico con le Tele Spirituali"
Ricordati di spuntare l'accettazione della privacy e ricordati che non riceverai spam. Lo scopo della guida è farti capire cos'è e come iniziare a lavorare in modo pratico, con una Tela Spirituale, per la tua crescita personale.

Categorie blog